Riforma Terzo Settore e Registro unico, così non va!

Riforma Terzo Settore e Registro unico, così non va!

Il messaggio di Fausto Viviani, portavoce del Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

La Riforma del Terzo Settore e l’attivazione delle procedure per l’iscrizione al Registro unico stanno mettendo in grave crisi le associazioni di promozione sociale e volontariato della nostra regione. Si tratta di un patrimonio fatto da decine di migliaia di associazioni che sono state determinanti durante la fase acuta della pandemia e nei percorsi di accoglienza dei profughi ucraini, così come sono da sempre presenti nella vita quotidiana delle nostre comunità.

Un patrimonio al quale danno valore e concretezza le azioni quotidiane di migliaia di cittadini e cittadine della nostra regione e che trovano il massimo riconoscimento all’art. 18 della nostra preziosa Costituzione.

Una grave crisi che ci viene quotidianamente rappresentata e alla quale appare ogni giorno più difficile far fronte, sia come reti associative che come singole realtà e che vede le nostre risorse umane ed economiche “distratte” dagli impegni formali per fra fronte ai vari adempimenti burocratici sempre più complessi e di realizzazione problematica, per non dire impossibile.

Nel contempo i tempi e soprattutto le norme applicative della Riforma del Terzo Settore, invece di promuovere e sostenere le attività delle associazioni, appaiono sempre più un ostacolo al funzionamento e allo sviluppo delle loro nostre attività. Infine le proposte, in discussione in Parlamento per estendere la scelta del 5 per mille ad altre istituzioni che non appartengono al Terzo Settore, rischiano di rendere ancora più fragile e difficoltoso il futuro delle associazioni.

Per tutte queste motivazioni e per condividere le nostre preoccupazioni è nostra intenzione richiedere con urgenza un incontro con la Presidenza della Regione Emilia-Romagna, anche allo scopo di attivare tutti i percorsi politici e normativi che consentano alle associazioni di poter transitare nel nuovo registro e contemporaneamente rilanciare la Riforma, come leva e promozione dello sviluppo delle comunità e, al loro interno, di tutte le organizzazioni del Terzo Settore.

Fausto Viviani

Portavoce Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Questo articolo ha un commento

  1. Centro Sociale "Il Delfino" A.P.S.

    Infatti, siamo al punto che le Associazioni rischiano di dover assumere un ragioniere e un informatico per far fronte agli adempimenti sia con Teseo e anche con il nuovo software gestionale per associazioni.
    Per il Centro Sociale Il Delfino A.P.S. Forlì
    Il Presidente
    Gianfranco Mazzolani

Lascia un commento